Nov 17, 2018 Last Updated 5:31 PM, Jan 29, 2017

Segui Jesse Enkamp, The Karate Nerd, in un epico viaggio ad Okinawa (il paese di nascita del Karate), esplora la storia, la filosofia, la cultura e la conoscenza del Karate tradizionale di Okinawa ed il Kobudo.

Per voi raccolti i link delle 8 puntate che vi consigliamo di non perdere!

 

Pisa, 08 gennaio 2017

 

Il pensiero del pluricampione del mondo Junior Lefevre, allenatore dei più grandi campioni di Kumite in Europa e nel mondo.

Articolo tradotto con l'autorizzazione dell'autore Jesse Enkamp.

Articolo originale: http://www.karatebyjesse.com/shotokan-karate-the-4-strengths-of-the-worlds-most-popular-style/ 

Alcuni Karateka Shotokan mi hanno definito come un critico degli stili.

Sai, uno di quegli ignoranti che va in giro a gran voce dichiarando come tutti gli altri stili di Karate fanno schifo (tranne il suo, ovviamente).

Sono rimasto allibito.

Sì potremmo sembrare di parte: sono settimane che pubblicizziamo una marca di Karategi sul nostro sito e ora Vi scriviamo che il miglior Karategi è...

Ma facciamo un passo indietro!

Quanti Karategi ho provato nella mia carriera? 

Tokaido, KO, Adidas, Shureido, Hayashi, Budo, Arawaza, Kihon, Smai, Itaki, Ippon, Budonord, Kwon e Seishin

Ah però quanti soldi ho speso!! ma in 35 anni di carriera ci possono stare...

Articolo tradotto con l'autorizzazione dell'autore Jesse Enkamp.

Articolo originale: http://www.karatebyjesse.com/10-important-karate-details/ 

7 volte campione del mondo.

Hasegawa

Suona come qualcosa che un falso-maestro "McDojo" avrebbe messo sul suo biglietto da visita.

Ma…

Nel caso di Yukimitsu Hasegawa, è davvero così.

Nato e cresciuto nella culla del karate moderno, sensei Hasegawa è stato a lungo conosciuto come l'uomo di punta del trio dinamico dei fratelli Hasegawa, vincendo titoli mondiali WKF per molti anni sia nel kata individuale e a squadra.

Egli in realtà ha reso popolari molti dei kata utilizzati in gara oggi.

Un mondiale da record quello che sta per disputarsi a Linz!

Ne vedremo delle belle!

Ma analizziamo nel dettaglio i dati del Mondiale di Karate 2016:

Si svolgerà a Linz (Austria) dal 26 al 30 di Ottobre e vedrà la partecipazione di 1166 iscrizioni + 44 Para-Karate. Agli atleti si aggiungeranno 108 coach, 526 dirigenti e 213 Arbitri in rappresentanza di 118 paesi.

Articolo tradotto con l'autorizzazione dell'autore Jesse Enkamp.

Articolo originale: http://www.karatebyjesse.com/10-important-karate-details/

# 1: "Raddrizzare la schiena e guardare dritto!"

Controlla la tua postura.Seishin-femminile-gi-karate

Se trascorrete le vostre giornate come il 95% delle persone occidentali (= seduti davanti ad una scrivania) la vostra schiena probabilmente sarà sempre ricurva.

Gli esseri umani sono un prodotto del loro ambiente.

Purtroppo, questo non è né positivo dal punto di vista della salute, né dal punto di vista del Karate.

La schiena deve essere dritta nel Karate - soprattutto se si fanno movimenti di rotazione.

In caso contrario, le tue tecniche non saranno pienamente efficienti dal punto di vista bio-meccanico e si potrebbero compromettere seriamente sia la salute che la prestazione.

Ma non è sufficiente avere la schiena dritta. Anche il tuo collo deve essere diritto.

Molte persone guardano giù a terra durante l'esecuzione delle tecniche di Karate.

Come mai? Perché guardare verso il basso è un'espressione inconscia di bassa autostima.

Capisco. Il Karate è difficile. Ma guardate su comunque!

Lo sapevate che per ogni pollice (1 pollice = 2,54 cm) in cui la testa si inclina in avanti, si aggiungono 10 libbre (10 libbre =  4,54 kg) di pressione sul midollo spinale?

Ahia…

Inoltre, nella difesa personale, la cattiva postura ti fa apparire come una vittima.

Il tuo sensei lo sa.

Raddrizza la schiena e guarda in avanti!

# 2: "Respira!"

Si può resistere giorni senza mangiare, dormire o bere.

Ma non si può resistere nemmeno qualche minuto senza respirare!

Eppure, per qualche ragione, la gente quando fa karate inizia senza respirare.

(O, peggio ancora, trattiene il respiro.)

La respirazione è la chiave per sbloccare l'unione tra mente e corpo.

Per essere più scientifico; è possibile modificare il livello di attivazione del sistema nervoso semplicemente regolando la respirazione, influenzando direttamente il vostro stato emotivo.

Alcune persone possono persino controllare le funzioni del loro sistema nervoso autonomo (come la digestione e la frequenza cardiaca), semplicemente attraverso la regolazione del loro modo di respirare.

Una lunga respirazione consapevole, arriva al tuo subconscio.

E 'un fatto noto che la respirazione scateni la vostra forza interiore.

"I polmoni sono serbatoi d'aria, e l'aria è la signora della forza. Chi parla di forza deve sapere del'aria ".
- Rui Meng, monaco Shaolin, 1692

Il tuo sensei lo sa.

Respira!

# 3: "Gira le anche!"

Seishin-karate-gi-twist-anca

Le gambe rappresentano il 40% della vostra massa corporea totale.

Per ottenere la massima potenza nelle vostre tecniche di Karate, è necessario utilizzare tutta la vostra massa corporea - compresi i vostri arti inferiori.

Quindi, come si possono reclutare le gambe e trasferire la loro energia alla vostra parte superiore del corpo ?

Con le anche!.

Se non torcete i fianchi quando tirate un pugno, una parata, ecc, potreste anche essere seduti su una sedia a rotelle, perché si sta letteralmente isolando tonnellate di energia nelle gambe.

Vedete, l'unico modo per incanalare completamente l'energia della parte bassa del vostro corpo nella parte superiore è attraverso la sincronizzazione efficiente della rotazione delle anche.

Il trucco è quello di coordinare le vostre anche con il resto della catena cinetica.

Il tuo sensei lo sa.

Ruota le anche!

# 4: "Abbassare le spalle!"

Ruotare le anche non è sufficiente per sviluppare grande potenza.

Avete bisogno di trasferire la potenza attraverso tutte le articolazioni - comprese le spalle.

Se le spalle sono rigide, deboli o scollegate, la potenza delle tue tecniche sarà gravemente diminuita.

Ecco perché è necessario abbassare le spalle, in modo da poterle rilassare e stabilire la corretta connessione in allineamento strutturale delle braccia e del corpo.

Solo allora si possono attivare i muscoli corretti (come il gran dorsale).

Tuttavia, se il Karate è costituito esclusivamente da "tecniche al vuoto", questo non è importante. Ma, se effettivamente si colpisce qualcosa, la vostra posizione della spalla è fondamentale - sia per trasmettere la potenza sia per la salute delle articolazioni.

Il tuo sensei lo sa.

Abbassa le spalle!

# 5: "Rallenta!"

Quando qualcosa ci emoziona, acceleriamo.Maurino-spiaggia-Seishin-LowQ

E 'bello che il Karate sia emozionante. Ma a volte è importante rallentare!

Con la vita "accellerata" che svolgiamo, si creano cattive abitudini - come barare nelle tecniche o ferire i vostri compagni di allenamento.

Il vantaggio principale di rallentare è che ti dà il tempo di riflettere e ascoltarti.

Rallentare permette di conoscere un territorio inesplorato nella mappa propriocettiva - le aree fisiche del cervello responsabile per la rilevazione dei movimenti.

Lo so ... è facile andare sempre veloce, perchè ci permette di non pensare - e così si può cavalcare il momento di velocità.

Rallentare richiede di essere in pieno controllo del vostro stato mentale.

Il 99% del Karate riguarda avere la giusta mentalità.

Il tuo sensei lo sa.

Rallenta!

# 6: "Tieni su la guardia"

Mi piace mangiare torta di carote.

Ma io odio mangiare le nocche dei pugni avversari.

Perchè? Perché ogni volta che abbasso la guardia quando combatto contro un avversario esperto, mi ricorda del sapore amaro che hanno.

Va bene, basta con i gli scherzi.

Tutti sanno che è importante mantenere la guardia.

Eppure, non appena ci troviamo di fronte un avversario esperto, si tende, nel panico, ad abbassarla. 

La ragione è semplice: il vostro cervello da rettile passa in modalità sopravvivenza quando si combatte. Il vostro cervello dice al vostro corpo di scappare dalla situazione pericolosa e andare sotto le coperte calde del tuo letto, una grande tazza di cioccolata calda e Netflix.

Ma tu adesso sei nel dojo. Devi essere in grado di difenderti!

Il tuo sensei lo sa.

Tieni la guardia!

# 7: "Gomiti chiusi!"

Tutti lo hanno sentito dire, ma pochi sanno perché è importante.

Quando tiri un pugno con i gomiti chiusi, l'articolazione della spalla ruota esternamente. Dal momento che la spalla è un giunto sferoidale ("giunto sferico"), questo crea una forza di stabilizzazione alla spalla a causa della legge biomeccanica sulla coppia delle forze.

E' anatomia di base.

Questo è importantissimo, perché la spalla è una delle articolazioni più instabili del corpo umano!

Se i gomiti escono quando si tira un pugno, una parata, una percussione, ecc si perde la coppia di forza alla spalla e si finisce con maggiore gioco nel giunto articolare, inducendolo a liberarsi.

Questo aumenta il rischio di lesioni in modo drammatico.

Il tuo sensei lo sa.

Tieni i gomiti chiusi!

# 8: "Le ginocchia sopra ai piedi!"

jesse_enkamp_feet_knee

Facciamo un gioco.

Alzate le mani se conoscete un praticante di karate con un infortunio al ginocchio.

Bene. Ora mettete giù le mani, afferrare le ginocchia e sussurrateli dolcemente che non gli farete mai del male.

Ecco quello che dovete sapere:

Se vi sforzate di allineare sempre le ginocchia ai piedi, state facendo meglio del 99% delle persone che si infortunano alle ginocchia facendo Karate.

Perchè? Poiché le articolazioni non sono fatte per lavorare in autonomia ma per lavorare in catene (cinetiche). Quanto più si allinea le ginocchia ai piedi, meglio possono collaborare tra loro.

Sforzatevi di tenere la direzione del piede con il ginocchio - non importa in quale posizione ci si trovi.

In caso contrario, la tua carriera come Karateka potrebbe essere più breve del previsto.

Il tuo sensei lo sa.

Ginocchia in linea con i piedi!

# 9: "Focus"

Certo. Capisco.

Hai "cose importanti" da fare.

Fare la spesa, prendere cura dei figli, lavoro da finire, persone da incontrare, luoghi da visitare ...

Siamo sempre così impegnati.

Ma nulla di ciò deve esistere nel dojo!

Il nome dice tutto: "DO" - "JO" ("Via" + "posto").

Semplicemente: non c'è alcun spazio per le distrazioni mondane nel posto per studiare la Via.

Se si pratica solo Karate un paio di volte a settimana, non perdete tempo facendolo con distrazione.

(Ecco il mio modo preferito di mettere a fuoco.)

Fidati di me - la vostra lista della spesa, bollette telefoniche e biglietti per il parcheggio saranno ancora lì per voi dopo l'allenamento. Non stanno andando da nessuna parte, purtroppo.

E il tuo Karate non migliorerà pensandoci.

Ti meriti il lusso di chiudere le distrazioni fuori dal dojo.

Metti a fuoco!

# 10: "Relax & Smile!"

Infine, forse la più importante:

Inoue-Yoshimi-KBJE 'facile essere troppo rigidi nel Karate.

La nostra vita frenetica moderna ci costringe ad accumulare tensioni!

Ma Karate non può fluire da uno stato di tensione.

Ecco perché Inoue Yoshimi, più grande allenatore kata (RIP) al mondo mi ha detto quanto segue:

"Sorridi!"

Non perché la vita è troppo breve per non goderne.

Ma, perché quando sorridi, ti rilassi!

Inutile dire che le vostre tecniche di Karate possono solo essere efficaci quando sei veramente rilassato.

In altre parole, sorridete ogni volta che vi sentite rigidi. Ti farà sentire rilassati.

Inoltre, si farà un allenamento più divertente!

E si vive una volta sola ... giusto?

Tanto vale godere.

Relax & smile! ; -)

Quanti se ne vedono e quanti se ne sentono... tutti sono DAN_nati e molti sono caposcuola...

Qualcuno si accontenta di essere il Sensei, altri si identificano nell'errata traduzione di Maestro, qualcuno non si fa chiamare, insegna e basta!

Dopo festeggiamenti e orde di dimostrazioni pubbliche di felicità per l'ingresso del Karate tra gli sport olimpici, è arrivato il momento di fare chiarezza su alcune questioni!!

1- Cosa è stato proposto/accettato per Tokyo 2020?

  1. Il karate farà parte del programma Olimpico di Tokyo 2020.
    Il karate svolgerà la propria competizione presso il Budokan di Tokyo in due giornate.
  2. Ci saranno sia il kumite sia il Kata individuale.
    Le categorie di peso del kumite saranno le seguenti: 3 maschili (67 kg, 75 Kg e +75 Kg) 3 femminili (55 Kg, 61 Kg, +61 Kg). Una categoria maschile ed una femminile per il Kata.
  3. Gli atleti che parteciperanno saranno 80. Esattamente divisi in 50% uomini e 50% donne.
  4. La gara si svolgerà con regolamento WKF, probabilmente rivisto dopo i convegni WKF ai mondiali seniores di Linz ed i successivi del 2018. Tra i rumors si vocifera di un accorpamento delle ammonizioni: C1 e C2 con una somma massima di 6 (solo gossip finché non sarà ufficiale).
    La federazione francese (FFKDA) scrive che i 10 atleti per categoria si affronteranno in due pools con un girone all'italiana a 5 ed i migliori due per pool disputeranno semifinale e poi le finali. 
  5. La possibilità di accedere alle olimpiadi sarà data a tutti i karateka del mondo! Non ci sarà rappresentanza di un atleta per nazione ma verranno scelti i migliori 10 di ogni categoria in base ai criteri di selezione: un ranking mondiale che terrà conto dei mondiali ed europei (panamericani, asiatici, africani) e di alcune gare che permetteranno di guadagnare punti ranking, probabilmente le premier league o apposite gare. Quindi chiunque, praticante di karate, potrà vincere tutte le premier league e accedere alle Olimpiadi. È probabile che l'atleta che vince i mondiali e magari fa risultato agli europei (o altri continenti) sarà avvantaggiato rispetto a chi vince le gare Open. Per partecipare ai mondiali gli atleti saranno scelti dalla federazione nazionale (FIJLKAM in italia).
    Alle Olimpiadi sembra che ci saranno 1 atleta giapponese per categoria, 1 atleta con wild card (scelto tra le nazioni che non hanno guadagnato la qualificazione) e 8 qualificati per categoria con un ranking.
  6. L'ammissione del karate nei giochi olimpici è solo per l'edizione 2020 (per ora). Tutto il pacchetto di sport ammessi dovrà poi essere confermato per le future edizioni, tornando ad una selezione che eccezionalmente per Tokyo 2020 è stata superata con un package di 5 sport ammessi.
  7. Per l'edizione nipponica tutti gli sport ammessi non incideranno sulle spese dell'olimpiade ma il Giappone si è fatto carico del costo degli sport dimostrativi.
  8. Le medaglie degli sport dimostrativi avranno lo stesso peso delle altre, ai fini del medagliere, ma le federazioni internazionali dei 5 sport non accederanno alla suddivisione del "gruzzolo" di soldi che il CIO mette a disposizione. 

Ora, a fronte, di quanto specificato credo doveroso dare
al Giappone quel che è del Giappone!

Al di là di aver ideato questa arte marziale, diventata per alcuni sport, il Giappone ha il grandissimo merito di essere riuscito a farlo divenire Olimpico.

Non siete d'accordo? Pensate che il merito sia di altri?

Leggete oltre!

La proposta di far entrare 5 sport e non 2 è tutta merito della commissione CIO ma il Giappone è colui che ha presentato questa rottura con il passato modificando di fatto i criteri di inclusione degli sport dimostrativi. 

Il paese ospitante ha proposto alla commissione del CIO un pacchetto di sport giovani, 3 dei quali lo sono davvero (surf, skate e arrampicata). Ha proposto anche di non farli gravare economicamente sul budget.

Chi ha deciso di includere il karate tra questi?

Secondo voi se non fosse stato nel package il karate sarebbe entrato?

Sicuramente la federazione mondiale e i membri della commissione WKF hanno svolto un ruolo determinante a presentare il karate in buona forma.

Credete che il Giappone non abbia avuto peso nella scelta dell'inclusione? sicuramente alcune scelte politiche di riunificazione hanno portato un'iniezione di fiducia nei confronti di uno sport troppo frammentato. Ottimo lavoro svolto da Takashi Sasagawa, come presidente della JKF, che ha contribuito (pare anche in soldoni) al karate a 5 cerchi.

Quindi Japan arigatoo gozaimashita!!!

E le altre federazioni?

Alcune festeggiano, alcune piangono, molte si lamentano, alcune tacciono!

Le più titolano che il karate non è solo quello della WKF e che non sarà rappresentativo di tutti i karateka.

Poi ci sono anche quelli seri che hanno capito che anche se il loro karate è diverso da quello olimpico, sarà bene non perdere la cordata e allinearsi per gli aspetti sportivi e continuare a fare il proprio Karate nel dojo.

http://www.kyokushinkaikan.org/en/news/2015/04/iko-kyokushinkaikan-and-japan-karate-federation-ally-to-bring-karate-to-the-2020-tokyo-olympic-games.html

Molti di voi praticano karate perchè negli anni 60-70 uscirono i film del mitico Bruce Lee... Lo sapete vero che praticava Kung fu? 
Quindi, domani, quando busseranno al dojo bambini e ragazzi che visto il karate in tv (alle olimpiadi) vogliono provare il KARATE, poco importa se
 troveranno il karate di Okinawa o il tradizionale o quello che vi pare... Forse l'evento Olimpiadi ne avvicinerà qualcuno in più al nostro mondo! Anche se non concordate con il regolamento e lo stile dello sport Karate!

Sperando di aver fatto maggiore chiarezza. Buon Karate a tutti! Anche a chi non lo fa Olimpico!

Manca davvero poco alla storica decisione del CIO!

La data che sancirà la partecipazione del Karate alle Olimpiadi 2020 è prevista per il 5 di agosto.

Ma capiamoci di più!

Seguici su Facebook

Iscriviti alla Newsletter KARATEKA.IT

Vuoi conoscere in tempo reale le novità del sito Karateka.it? Iscriviti alla newsletter! Un fantastico regalo per te!!
Riceverai al più presto il link per scaricare il tuo regalo!

Most Read

 
 

About Us

Un punto di riferimento per il karate italiano il magazine Karateka.it ha notevoli collaboratori che contribuiscono alla diffusione della cultura di questo mondo. Leonardo Marchi è l'ideatore del sito ma i nomi noti del Karate internazionale contribuiscono al successo dell'unico magazine sul Karate italiano!

Who's Online

Abbiamo 296 visitatori e nessun utente online

Contattaci

  • Firenze, Italy
  • +39 335 6817050
  • +39 335 6817050