May 26, 2018 Last Updated 5:31 PM, Jan 29, 2017

Quale playlist pre-gara?

Pubblicato in Dal Tatami
Letto 2570 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)
Etichettato sotto

Quale playlist pre-gara

Che la musica sia un elemento determinante nella preparazione pregara dei giovani atleti non è una novità, fino a essere considerata una pratica dopante! Nel 2007 la Federazione Americana di Atletica bandì l’uso di auricolari e riproduttori musicali nelle competizioni ufficiali, accadde prima della maratona di New York e in un primo momento sembrò che il divieto fosse dovuto a motivi di sicurezza ma in seguito la federazione stessa chiarì che il provvedimento fu preso per escludere vantaggi agonistici per coloro che correvano ascoltando musica.

Beh ora non esageriamo!!

Ma sicuramente un "effetto dopaminico" la buona musica lo regala e sono davvero molti gli atleti, anche di karate, che ascoltano musica prima della competizione.

Perchè la musica ci fa questo effetto?

Ci sono alcune capacità che vengono condizionate dalla musica e che possono probabilmente aumentare la prestazione in allenamento o pre-gara.

Dissociazione: Distraendoci, la musica può restringere l'attenzione e allontanare il senso di affaticamento. Ascoltare musica abbassa la percezione dello sforzo e promuove le emozioni positive; Di solito questi effetti si manifestano con esercizi a bassa o moderata intensità. Con elevate intensità comunque la musica può aiutare distraendo e facendo sembrare l'allenamento più divertente. 

Regola l'attivazione: La musica può alterare l'attivazione emotiva e fisiologica e utilizzata prima di una competizione stimola o seda, calma o comunque placa le sensazioni ansiogene. Posso utilizzare musica potente (vedi sotto) per attivarsi o selezioni più soft per aiutare a rilassarsi. I processi fisiologici sono regolati dalle componenti ritmiche della musica, mentre i processi emotivi sono regolati dall'associazione del significato del brano, dal testo e da quanto ci ricorda.

Sincronizzazione: Se la musica è sincronizzata con l'esercizio si ha un aumento dei livelli di prestazione. Basti pensare alla cora, ciclismo o altri sport ciclici in cui il ritmo musicale fa "aumentare il passo" e quindi modifica la prestazione. 

Stato di flow: la musica può aiutare ad entrare nello stato di flow, ossia di totale motivazione intrinseca, attenzione e concentrazione, ideale per raggiungere la massima prestazione sportiva possibile.

Ma quale musica?

Ognuno si "carica" in modo diverso: chi con musica dance, chi con hard rock, chi con Gigi D'Alessio, chi con musica classica e chi con le ultime hits di pop music.
Ci sono però dei brani inconfutabilmente energici. Ne condividiamo con voi alcuni di questi ma suggeriteci pure le vostre preferenze...

Ma se un po' di musica con le cuffiette prima della gara permette di isolarsi e entrare in competizione senza distrazioni si consiglia di abbandonarle qualche minuto prima della gara per rientrare nel contesto reale dei rumori e del clima che poi troverete sul tatami.

Ultima modifica il Venerdì, 05 Febbraio 2016 10:26
Leonardo Marchi

Ciao, sono Leonardo e sono il Direttore del sito Karateka.it. Sono un appassionato di Karate, maestro 5° Dan FIJLKAM. Pratico Karate dal 1982 quando ho iniziato sotto l'insegnamento del M° Dino Piccini. Mi sono dedicato al Kata e poi all'agonismo di Kumite fino al 1995 quando ho iniziato la strada dell'insegnamento con la qualifica di Allenatore ho fondato l'associazione AKS di Sesto Fiorentino.

Sito web: www.karateka.it

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.Basic HTML code is allowed.

Seguici su Facebook

Iscriviti alla Newsletter KARATEKA.IT

Vuoi conoscere in tempo reale le novità del sito Karateka.it? Iscriviti alla newsletter! Un fantastico regalo per te!!
Riceverai al più presto il link per scaricare il tuo regalo!

Most Read