May 26, 2018 Last Updated 5:31 PM, Jan 29, 2017

5 idee per fidelizzare i vostri mini karateka

Pubblicato in Dal Tatami
Letto 2930 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

5 idee per fidelizzare i vostri mini karateka

Il Karate è una grande opportunità per i più piccoli! All'interno dell'arte marziale karate si nascondono delle caratteristiche che innegabilmente sono adatte ai bambini in fase di sviluppo psicofisico.

Per la grande maggioranza le Società Sportive, Club, scuole o Associazioni, chiamatele come volete, sono costituite da karateka sotto i 12 anni. In Italia il 40% dei tesserati (fijlkam) è nella fascia 3-12 anni. Stando alle statistiche di vendita dei karategi questa cifra è sicuramente più alta.

Quindi se il Karate è una calamita per bambini dobbiamo adeguare le strategie di marketing della nostra associazione in quella direzione. Se organizzare una cena ogni tanto può essere utile per far socializzare gli adulti (21%) la stessa strategia non sarà altrettanto utile con il folto gruppo dei giovanissimi. 

"La fidelizzazione indica l'insieme delle azioni di marketing volte al mantenimento della clientela già esistente e si realizza principalmente attraverso una serie di strategie tese a creare il più elevato grado di soddisfazione del cliente."

Indubbiamente la fidelizzazione dei mini karateka si ottiene facendogli piacere quello che fanno sul tatami: il karate. Ma siamo sicuri che un aiutino, per far associare il vostro Brand o il brand "Karate" a caratteristiche positive per il vostro "consumatore", non possa essere utile?

Il mini Karateka è un cliente complicato, il processo virtuoso di affezione al prodotto deve avvenire sull'attore principale, il praticante, ma anche su genitori e nonni, che in soldoni sono quelli che gli iscrivono, decidono, pagano e sostengono.

Ed ecco per voi 5 idee che possono aiutarvi nel marketing per i piccoli karateka:

#1 Newsletter dedicata

Questo processo di affezione passa ovviamente più dai genitori che non dal bambino che pratica, ma come anticipato, per i primi anni di vita sono proprio i più grandi a scegliere per lui. Realizzare una newsletter con le email di tutti i genitori del club non è difficile, ma richiede dedizione e continuità.

La prima operazione sarà la raccolta dei dati. Spero che le vostre domande di associazione riportino già uno spazio dedicato alla raccolta delle email, del cellulare e del profilo facebook.... Se non è così che state aspettando! Se non avete l'indirizzo elettronico di tutti i genitori è il momento di passare a raccolta. Potete realizzare il vostro database in più modi:

  • intervistando uno a uno gli accompagnatori con un lungo lavoro e scarsi risultati, spesso il bambino è in palestra con il nonno che di rado conosce la email dei genitori...
  • creando un modulo da riconsegnare. Realizzate un gadget da pochissimi €, un adesivo, un portachiavi... da ritirare in segreteria una volta consegnato il modulo compilato. Ditelo ai bambini ed il gioco sarà fatto!
  • utilizzate il mezzo più attrattivo del Karate: l'esame di cintura. Sicuramente è il momento di massima partecipazione dei genitori dei bambini. E' il momento di raccogliere dati.

Ok, adesso avete un elenco di email.

Per creare la newsletter esistono due modi sostanzialmente diversi:

  • utilizzo una classica email inserendovi tutti gli indirizzi
  • utilizzo appositi servizi on-line per le newsletter (Mailchimp, Getresponse, Aweber, Icontact).

Io consiglio Mailchimp!

OK ora avete l'elenco di email e anche un servizio newsletter... ma cosa scrivo?

Una newsletter è fondamentale per creare una connessione con la tua audience in modo da tenerla sempre aggiornata sulle ultime novità del tuo blog, darle suggerimenti e spunti, trasmettere offerte mirate e molto altro ancora. Informare quindi i genitori sulle iniziative del dojo è importante: esami, stage, eventi speciali, invii brevi articoli sui benefici del Karate per i più piccoli, invii foto del gruppo dei bambini (attenzione all'autorizzazione ai diritti di immagine), racconti cosa stanno facendo sul tatami e perché...

#2 Lezione Bambino/Genitore

Questa è una grande idea! Richiede un po' di impegno per organizzarla ma ne vale veramente la pena! Diffondete l'evento con largo anticipo, utilizzate la Newsletter, un avviso in bacheca, il sito, Facebook e un invito cartaceo da consegnare ai bambini a fine lezione.

"Sabato 11 maggio, Dojo Shotokan, Lezione aperta ai genitori assieme ai bambini. I bambini insegneranno il karate ai propri genitori!!"

Ora organizzate la vostra lezione. Potete strutturarla facendo eseguire esercizi ai mini karateka, dove i genitori collaborano facendo da Uke, possono tenere i colpitori ad esempio; Poi sono i bambini che insegnano ai genitori le tecniche di karate: adesso facciamo il mae geri... bambini spiegate ai vostri genitori come si esegue. Poi magari una lotta a terra, un combattimento o qualche tecnica a coppie dove i figli si prendono qualche rivincita...

Chissà che qualche genitore non si presenti al corso amatori!

#3 Il cinema sul tatami

Avete la possibilità di utilizzare il dojo anche per eventi non sportivi? Perché non fare un evento "Cinema sul Tatami"? Basta un proiettore, una parete bianca e un film, magari un cartone o un film "marziale"... Tutti seduti sul tatami e via... alla fine, magari, un piccolo rinfresco con patatine, pizza o qualcosa di più salutare...
Potete unire la visione del film ad un allenamento così da proporre il karate ad un momento di socializzazione.

Ricordatevi della SIAE!

#4 Porta un amico

Questo suggerimento sembra più una "campagna acquisti" che un'evento di fidelizzazione ma vedrete che non è propriamente vero. Realizzate un accattivante invito cartaceo, dove i bambini della vostra palestra "invitano" i propri compagni di scuola a venire a provare per una settimana, gratuitamente i corsi di Karate del vostro Dojo. Fin qui si tratta di pubblicità, di passaparola, dove chi pratica "sponsorizza" il Dojo ai propri amici.

Ma se a far lezione in quella settimana sono proprio i bambini le cose cambiano. Potete organizzare la lezione a coppie: il bambino karateka e il compagno di scuola che viene a provare... ecco che trasformiamo i mini praticanti in tanti sempai che confermeranno la loro passione per l'arte sentendosi esperti per un giorno e aiuteranno l'amichetto/a di scuola ad imparare quanto da tempo praticano.

#5 One Day Karate

Potete organizzare un evento di un'intera giornata, magari per le vacanze di natale, dove si pratica dalla mattina alla sera. Una giornata insieme nel dojo con mini lezioni da 45' su argomenti diversi intervallate magari da qualche gioco. Qualche idea: un nuovo kata, introduzione al kobudo, lezione di judo, ginnastica acrobatica, kumite, gara di circuiti di destrezza... etc...
Per alcuni appuntamenti potete chiamare anche un esperto di altre discipline: judo, ju-jitsu, kobudo, yoga...

A pranzo tutti insieme sempre nel dojo, magari con cibi giapponesi, con tanto di bacchette. Alla fine un bell'attestato di partecipazione alla giornata "One Day Karate"!

Ultima modifica il Venerdì, 12 Febbraio 2016 11:25
Leonardo Marchi

Ciao, sono Leonardo e sono il Direttore del sito Karateka.it. Sono un appassionato di Karate, maestro 5° Dan FIJLKAM. Pratico Karate dal 1982 quando ho iniziato sotto l'insegnamento del M° Dino Piccini. Mi sono dedicato al Kata e poi all'agonismo di Kumite fino al 1995 quando ho iniziato la strada dell'insegnamento con la qualifica di Allenatore ho fondato l'associazione AKS di Sesto Fiorentino.

Sito web: www.karateka.it

1 commento

  • Link al commento Benedetto Arnone Benedetto Arnone Domenica, 28 Febbraio 2016 23:38

    Ho organizzato un allenamento con "mamma e papà", un successone. Messaggi di ringraziamento commoventi. Proprio una Grande Bella Idea, Leonardo. Grazie

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.Basic HTML code is allowed.

Seguici su Facebook

Iscriviti alla Newsletter KARATEKA.IT

Vuoi conoscere in tempo reale le novità del sito Karateka.it? Iscriviti alla newsletter! Un fantastico regalo per te!!
Riceverai al più presto il link per scaricare il tuo regalo!

Most Read